26 dicembre 2005

Cultura a Bitritto

C'è cultura a Bitrittto? Si fa cultura a Bitritto? Sei soddisfatto delle iniziative dell'Assessorato alla Cultura? Esprimi i tuoi giudizi, le tue critiche e le tue proposte.
Clicca su comments e lascia il tuo commento.

La Redazione

24 Comments:

Anonymous bobovieri80 ha detto...

Molte iniziative. Questo è un bene. Rispetto a ciò che c'era un tempo è già qualcosa. Ma pochi eventi di vero impatto che hanno davvero lasciato il segno. E fra i pochi non ci metto Pupo ma per esempio Canfora. Bisogna puntare di più su cose di questo tipo e meno su eventi che servono a tappare i buchi. Non bisogna accontentare un pò tutti per forza. L'amministrazione deve fare Cultura e non intrattenimento.

26 dicembre, 2005 21:10  
Anonymous liberatiòn ha detto...

iniziative apprezzabili...ogni iniziativa culturale è apprezzabile...ma...ma...un ragazzo di bitritto che stimolo ha? mi sembra che il pubblico a cui si rivolgono tali iniziative abbia un'età media superiore ai 40 anni...soprattutto, ciò che manca, è il fatto che l'amministrazione non chiama a raccolta i giovani del paese nell'organizzazione degli eventi. e quando dico chiama intendo ad alta voce, non "la porta è sempre aperta"...

26 dicembre, 2005 23:50  
Anonymous valerio macchia ha detto...

concordo con entrambi. ma sta a noi giovani farci notare e proporre le nostre idee. perciò liberation almeno cerchiamo di usufruire della porta aperta. magari poi li chiamiamo noi gli altri ragazzi. unisciti in redazione("la porta è sempre aperta")....un'altra cosa...berlusconi è già libero.ma nn mi pare una buona idea...

07 gennaio, 2006 15:53  
Anonymous PIETRO MONCELLI ha detto...

secondo me la "cultura" per molti giovani bitrittesi purtroppo si ferma alla sola "discoteca".Sarebbe bello invece per l'estate 2006 proporre un festival di cover band della nostra provincia.
Vi ricordate al concerto di PUPO quanta gente c'era ? Un successone,da non crederci !

09 gennaio, 2006 13:38  
Blogger dubmetal ha detto...

non demonizziamo i ragazzi con la sola cultura della "discoteca". ah, liberatiòn, mi dispiace proprio che manchi nella nostra mentalità il concetto di proposizione. nell'intervista angelo mi ha detto di non aver paura dell'amministratore: hai qualcosa da dire, da PROPORRE? va' e sbattigliela in faccia! iniziamo ad uscire dalle case, dai libri di scuola, dalla villa e dalle parrocchie e riuniamo i giovani del paese: questa sì che è democrazia, decidere direttamente

14 gennaio, 2006 13:27  
Anonymous FRANCO PACCO' ha detto...

PIU'TAGADA' PER TUTTI!
VAI CUBBIST DIGGEI !

16 gennaio, 2006 18:56  
Blogger PIETRO MONCELLI ha detto...

PERCHE' PER L'ESTATE 2006 NON SI PROPONE QUALCHE CONCERTO IN PIAZZA DA PARTE DI COVER BAND TIPO LIGABUE O VASCO ROSSI ?
DI SICURO ATTIREREBBERO PARECCHI GIOVANI DI BITRITTO E NON SOLO.

17 gennaio, 2006 12:35  
Blogger valerio ha detto...

perchè è meglio fare esibire bands che propongono pezzi propri anzichè le cover band che sono solo imitazioni.....

17 gennaio, 2006 16:09  
Blogger PIETRO MONCELLI ha detto...

VALERIO ADESSO VUOI PARAGONARE UNA PIAZZA CHE CANTA INSIEME AL GRUPPO CHE SUONA AD UNA PIAZZA CHE OSSERVA,ASCOLTA E DOPO 5 MINUTI VA VIA?
IO PREFERISCO LA PRIMA IPOTESI !

17 gennaio, 2006 20:19  
Blogger valerio ha detto...

le coverband non hanno lo stesso appeal del vero cantante sul pubblico. in più non è detto che la gente vada via dopo 5 minuti se la musica delle bands emergenti è apprezzabile..certo secondo me è il posto (la piazza) che è sbagliato o meglio poco adatto a tali concerti..sarebbe molto più bello farli in una delle palestre, nel palatour (anche se non credo sia gestito dal comune) o - ma qui ritorniamo sempre su un tema già caldo - in strutture create appositamente per i giovani..

17 gennaio, 2006 22:23  
Blogger PIETRO MONCELLI ha detto...

IO RESTO FERMO SULL'IDEA DI PROPORRE ALMENO UN CONCERTO DI UNA COVER BAND ...POSSIBILMENTE DI LIGABUE O DEI QUEEN...

18 gennaio, 2006 15:12  
Blogger PIETRO MONCELLI ha detto...

Ah quanto mi manca il carnevale bitrittese che organizzava la Buon Anima di GIACOMO GIULITTO !

18 gennaio, 2006 17:09  
Anonymous Il Jere' ha detto...

Per quanto riguarda i concerti (e a parlare è uno che in piazza c'ha suonato [e qui parte la pernacchia..^__^] ) se pensiamo a un evento con una cover band ricordo Adelfia quest'estate stracolma con la combriccola di vasco. Per quanto bravi quelli lì hanno fatto faville per la presenza di due guest come Tedeschi e soprattutto Solieri! Fossi io a decidere accocchierei un rock festival low cost tipo a Sannicandro e magari invitare un gruppo importante per la finale come attrattiva in +.. E cmq il Controtour è sempre figo (se si scelgono i gruppi giusti!!^__^)

19 gennaio, 2006 21:48  
Blogger valerio ha detto...

non mi sembrava poi tanto stracolma...cmq il controtour è figo...peccato che fino ad ora non abbia mai suonato un gruppo assiduato x-)...scherzi a parte secondo me è la piazza che non va bene

19 gennaio, 2006 23:04  
Anonymous Il Jere' ha detto...

No no, lascia fare che ad Adelfia c'era il macello. Il Palatour? Il Comune lo ha a disposizione per una decina di volte l'anno... Trai tu le tue conclusioni..

20 gennaio, 2006 11:44  
Blogger dubmetal ha detto...

la verità è che i wrong way hanno un sound da far cagare i morti. e lì in mezzo qualcuno vuole pure imitare "il divino hendrix"...
scherzo

20 gennaio, 2006 13:20  
Anonymous Anonimo ha detto...

il controtour nasce dall'esigenza di garantire una ribalta a tante band emergenti. se abbiamo avuto solo gruppi cagosi (e non sono assolutamente di questa idea) è perchè culturalmente non siamo preparati a queste iniziative. tant'è che siamo qui a chiedere cover band a manetta...

26 gennaio, 2006 15:46  
Blogger dubmetal ha detto...

anonimo, non mi dire che i wrong way non sono cagosi. forse il confusionale skratching dei public enemy, che di musicale e artistico aveva ben poco, era pure meglio. scherzi a parte, è vero che non siamo culturalmente preparati a questo genere di iniziative: il 28 agosto, il giorno in cui ci fu il controtour, io mi ritrovai da solo in piazza perché molti dei miei amici, anche in quell'occasione, preferirono andare nella prestigiosa villa comunale bitrittese, centro sociale e culturale del paese. e si tratta di ragazzi che vanno poi benissimo a scuola, casa e chiesa molto spesso, ma con uno spriscio unico. mi sorge solo una domanda: oltre al controtour, che possiamo fare per la cultura vera, quella della cittadinanza attiva, nel nostro paese se molti nostri coetanei sono in villa, si segregano in casa o (quasi giustamente) vanno ogni sera a bari?

27 gennaio, 2006 18:33  
Anonymous Anonimo ha detto...

caro dubmetal, secondo me già stare qui a parlerne significa fare qualcosa, perchè non mi piace l'idea che gli amministratori decidono e la cittadinanza usufruisce (e poi magari critica), circa le varie iniziative, culturali e non solo. Per quanto riguarda la cagosità dei WrongWay, anche a me non piacciono, ma è un qualcosa che comunque, se possibile, va aiutato a crescere...

28 gennaio, 2006 21:32  
Anonymous Anonimo ha detto...

i coetanei che hanno disertato il controtour probabilmente hanno persono un'occasione: perlomeno quella, per una serata, di far eun qualche cazzo di diverso rispetto alle altre serate. O non credi? per non parlare poi dell'opportunità di socializzare con altri ragazzi fuori dai loro giri tradizionali, magari ascoltando un po' di sano r'n'r (wrong way a parte) ;-)

28 gennaio, 2006 21:35  
Blogger dubmetal ha detto...

quanto alla tua seconda risposta, anonimo, concordo in pieno. va' però a spiegare loro che cosa significa r'n'r.
a parte questo, finalmente trovo qualcuno che mi appoggia (mi riferisco alla tua prima risposta): neppure a me piace l'idea che, fatte le elezioni, l'amministrazione decida e i cittadini usufruiscano soltanto. non è questa democrazia, anche se per molte persone in paese va bene.
e allora, visto che "la porta è sempre aperta" e stiamo qui a parlarne sul blog, che ne dici, anonimo, dell'incontro, almeno per una serata, dei giovani del paese, che ho proposto in un altro post?
serve qualcuno che supporti la mia idea per poi realizzare manifesti, pubblicizzare l'incontro, introdurre il dibattito...altrimenti, continuare a parlarne sul blog, che è cmq positivo, frutterebbe scarsi risultati...parliamone sì, ma iniziamo pure a concretizzare.
continua quindi a farti sentire: se sei d'accordo con l'idea dell'incontro dei giovani, o meglio di tutti gli spiriti giovanili del paese, serve molto il tuo supporto. grazie

29 gennaio, 2006 07:28  
Anonymous ROCCO MURAGLIONE ha detto...

almeno incontriamoci nei momenti dove si fa cultura! ma come, si è assenti anche quando bitritto incontra la prof.ssa Maria Falcone, sorella del magistrato Giovanni Falcone!?
io mi aspettavo che qualcuno di quelle persone che legge liberamente fosse presente.
inveco no!
cè uagnù che io su liberamente ho saputo di questo importante incontro.

24 marzo, 2006 12:37  
Anonymous ON.PINUCCIO TATARELLA DALL'ALDILA' ha detto...

VI RIPORTO UNA MIA FAMOSSISSIMA FRASE.... LA CULTURA E' UN'ALTRA COSA,LASCIATE STARE !

23 aprile, 2006 16:43  
Blogger dubmetal ha detto...

e che cosa sarebbe, pietro?

23 aprile, 2006 16:50  

Posta un commento

<< Home